010 582030 info@parodi.it

Come risparmiare sul riscaldamento

Il riscaldamento delle abitazioni, soprattutto in questo periodo di crisi, grava pesantemente sul bilancio familiare, corrispondendo a circa un terzo delle spese domestiche totali. Una cifra rilevante, quindi, che si può ridurre con semplici accorgimenti che aiutano a risparmiare sul riscaldamento della casa pur non compromettendo il comfort di chi vi abita, anche dei più freddolosi.

Come regolare la caldaia e i termosifoni?

Il termostato è il dispositivo utilizzato per regolare la temperatura in un sistema di riscaldamento. Quando la temperatura di una stanza scende al di sotto dei gradi impostati (temperatura di setpoint), il termostato dà alla caldaia il comando per accendersi. Una volta raggiunta la temperatura, la caldaia smette di riscaldare. 

Per quanto riguarda la temperatura, i parametri da impostare per risparmiare sono:

  • 19 o 20°C quando si è in casa ;
  • 15 o 16°C durante le ore notturne (quando si dorme) o quando non si è a casa

Regolando la temperatura in questo modo si può ottenere un risparmio che va dal 10 al 25%. Con una bolletta media di 1.000€/anno, il risparmio va dai 100€ ai 250€, sempre all’anno. Spesso ci si chiede se è necessario spegnere i termosifoni per risparmiare sul riscaldamento. In realtà, no. Anche quando non si è in casa lasciare i termosifoni accesi, abbassando il termostato, permette di risparmiare sul riscaldamento. Infatti, mantenendo un po’ di calore in casa, si dovrà riscaldare molto meno, quando si torna, per raggiungere le temperature adeguate.

Le termovalvole possono aiutare!

Le termovalvole (o valvole termostatiche) e sono valvole per radiatori a sette posizioni (da 0 a 5 più una posizione antigelo). Sulle valvole non sono indicati i gradi, ma le sette posizioni corrispondono approssimativamente a temperature che vanno da 6° per la posizione 0, a 24° per la posizione 5.Una volta raggiunta la temperatura desiderata nell’ambiente, la valvola si chiude completamente e l’acqua calda smette di circolare nel radiatore.

Le valvole termostatiche permettono di risparmiare sui costi di riscaldamento perché si riscalda la casa solo quando e dove serve, impostando la temperatura desiderata per stanza e per radiatore. Anche la temperatura rimane costante perché le valvole termostatiche reagiscono molto rapidamente alle variazioni di temperatura all’interno dell’ambiente, in particolare all’apertura di una porta. Optare per questo tipo di valvola significa optare per un comfort ottimale della propria abitazione.

Pompe di calore, un fedele alleato in inverno

Sfruttando le calorie dell’aria, del suolo o dell’acqua, fonti energetiche gratuite, una pompa di calore è un’apparecchiatura economica ed ecologica. L’efficienza di una pompa di calore è strettamente legata al suo COP (Coefficient of Performance). Per una pompa di calore, il COP è generalmente compreso tra 3 e 7. Questo indice fornisce informazioni sulle prestazioni dell’apparecchiatura e sul suo consumo energetico. Una pompa di calore con COP 4, ad esempio, produce 4 kW di calore per 1 kW di elettricità consumata. Per ottenere un maggior risparmio energetico è quindi consigliabile optare per una pompa di calore con COP elevato. Una pompa di calore consuma meno energia di altri dispositivi perché sposta solo aria calda invece di produrre calore. Inoltre, con una pompa di calore, non è necessario installare sistemi separati per il riscaldamento e il rinfrescamento.

Consigli per risparmiare sul riscaldamento autonomo in 3 mosse

Risparmiare sul riscaldamento autonomo è possibile. Ecco come.

 

  1. SCEGLIERE LA TARIFFA PIÙ ADATTA ALLE PROPRIE ESIGENZE
    Trovare la tariffa energetica più bassa sul mercato costituisce il primo passo per ottenere un qualche risparmio con il riscaldamento autonomo. Scegliere tra le varie proposte può avvenire, in maniera davvero semplice, affidandosi al confronto online che permette di orientarsi al meglio tra le tante opzioni disponibili e di individuare l’offerta giusta per le proprie esigenze.

  2. MASSIMIZZARE L’EFFICIENZA ENERGETICA DELLA CASA
    Un sistema ad alta efficienza, infatti, consente di consumare meno energia a parità di tempo e utilizzo. In questo modo, quindi, si ha la possibilità di ridurre i consumi, senza dover modificare la modalità di utilizzo dell’impianto.

  3. EVITARE GLI SPRECHI E USARE L’ENERGIA NEL MODO GIUSTO
    Il terzo accorgimento per evitare una spesa eccessiva per il riscaldamento autonomo riguarda le modalità di utilizzo dell’impianto. Per risparmiare si deve utilizzare il riscaldamento nel modo giusto, evitando temperature troppo elevate e tempi di utilizzo eccessivi. Occorre usare il buon senso e adeguare l’utilizzo del sistema alle proprie (reali) esigenze.

Consigli per risparmiare sul riscaldamento centralizzato

Il riscaldamento centralizzato non consente la stessa libertà di azione del riscaldamento autonomo. Non si può regolare la temperatura, per esempio. Si può ricorrere, però, ad alcune accortezze che consentono comunque di risparmiare.

La prima regola è: non porre niente sui termosifoni per non schermare la diffusione del calore e impedirne la circolazione negli ambienti. Le stanze non devono essere ingombre di mobili: anche il mobilio in eccesso può costituire un ostacolo all’aria calda.

Infine, non bisogna mai dimenticarsi di spurgare i termosifoni, facendo uscire l’aria in eccesso, con regolarità (ogni mese). In caso contrario, il ristagno di aria all’interno di essi, limita lo sprigionamento del calore. I termosifoni, quindi, impiegherebbero la stessa quantità di energia per riscaldare di meno: un vero spreco!

 

Contattaci per preventivi gratuiti o informazioni

Oppure

Vieni a trovarci

Scopri il nuovo showroom di Parodi a Genova!

Via Pisacane 3A, 16129 Genova

Call Now ButtonChiama Ora