010 582030 info@parodi.it

Bonus caldaia 2021: agevolazioni fiscali fino al 65%

La nuova legge di bilancio del 2021, approvata ed entrata in vigore il primo gennaio di quest’anno, apporta delle importanti modifiche rispetto al piano dell’anno precedente. Infatti con l’Ecobonus 2021 sono state apportate numerose modifiche a favore di tutti quegli interventi mirati al miglioramento energetico delle abitazioni. Questo significa che sono previste ingenti agevolazioni fiscali per tutti i lavori di riqualificazione energetica delle case già esistenti. In questo piano sono compresi anche gli interventi di sostituzione relativi alle vecchie caldaie, così da permettere di poter godere di un nuovo impianto di riscaldamento, perfettamente funzionante e al passo con i tempi.

Questa nuova misura agevola la sostituzione della vecchia caldaia con una nuova a condensazione, di classe energetica A o superiore, in aggiunta all’abbinamento di sistemi di termoregolazione efficienti, sempre godendo degli sgravi fiscali da spalmare in 10 anni, arco di tempo studiato appositamente per permettere di diluire tale spesa, proprio come consentito dal decreto Crescita del 2019. Questa agevolazione potrà anche essere ceduta direttamente all’installatore, il quale però dovrà garantire uno sconto in fattura pari all’importo della spesa sostenuta.

Le aliquote del bonus caldaie 2021

L’Ecobonus 2021 permette dunque di sostituire la nostra vecchia caldaia sfruttando delle notevoli agevolazioni fiscali. Per poter fruire di tali detrazioni però, il contribuente, dovrà rispettare obbligatoriamente diverse condizioni, al fine di ottenere tali agevolazioni fiscali.È possibile usufruire di due modalità di detrazione delle spese sostenute tra il 1 luglio 2020 e il 31 dicembre 2021 per il rinnovamento della propria caldaia:

  • Sconto immediato da parte dell’installatore sulla spesa totale dell’intervento, che poi sarà recuperato dallo stesso sotto forma di credito di imposta.
  • Cessione del credito.

Inoltre il contribuente dovrà necessariamente effettuare il pagamento della nuova caldaia tramite bonifico bancario o postale, bancomat o carte di credito. Sono esclusi tutti gli altri pagamenti come contanti ed assegni. Questo semplicemente per un fatto di tracciamento e veridicità della spesa sostenuta.

Nella causale del bonifico dovrà essere indicato il motivo del versamento con la voce di lavori di riqualificazione dell’abitazione fiscalmente agevolati. Inoltre dovranno essere presenti il codice fiscale del beneficiario e il numero di partita Iva di chi ha eseguito l’installazione e la sostituzione della caldaia.

Infine il contribuente potrà effettivamente beneficiare della detrazione della spesa solo nel momento in cui sia in possesso della seguente documentazione:

  • ricevuta di pagamento
  • fatture di acquisto della caldaia, riportante la qualità della stessa e la quantità acquistata
  • motivazione dell’acquisto della caldaia

I contribuenti, con l’Ecobonus 2021, possono avvalersi di una detrazione IRPEF che ammonta al:

  • 0% per tutti coloro che decidono di installare una caldaia di classe B. In questo caso non si potrà beneficiare di nessuna agevolazione fiscale.
  • 50% per tutti coloro che installano una caldaia a condensazione facente parte della classe A o superiore.
  • 65% per tutti coloro che, oltre all’installazione di una caldaia a condensazione di classe A o superiore, installano anche un sistema di termoregolazione evoluto da implementare ai caloriferi.

A chi spetta la detrazione?

La detrazione delle spese previste dall’Ecobonus 2021 spetta a tutti coloro che, dopo aver effettuato interventi di riqualificazione energetica della propria abitazione, compresa la sostituzione di una vecchia caldaia con una idonea, accedono al bonus specifico di ristrutturazione o a quello energetico. Paletto necessario per permettere ai contribuenti di accedere alla detrazione è di effettuare questo specifico intervento all’interno di quelli previsti per la riqualificazione energetica.

Lo sconto del 65% in fattura

Nel Decreto Rilancio, oltre all’Ecobonus e al Superbonus 110%, è presente la possibilità di usufruire dello sconto in fattura per tutti gli interventi avvenuti nel corso del 2020 e fino al 31 dicembre 2021. Lo sconto in fattura quindi è sfruttabile anche per l’Ecobonus al 50 e 65%, quindi per tutti quegli interventi di riqualificazione energetica compresa la sostituzione della caldaia. Lo sconto in fattura consiste nello spendere nell’immediato solo il 50% o il 35% della spesa totale, il restante importo verrà anticipato dall’impresa di installazione che poi recupererà tale importo pagando una quantità di tasse minore in futuro.

 

Contattaci per preventivi gratuiti o informazioni

Oppure

Vieni a trovarci

Scopri il nuovo showroom di Parodi a Genova!

Via Pisacane 3A, 16129 Genova

Call Now ButtonChiama Ora