010 582030 info@parodi.it

6 consigli utili per risparmiare sul riscaldamento

Il risparmio e lo spreco energetico in materia di impianti di riscaldamento è un argomento molto attuale e vivo, in una società sempre più propensa a tutelare l’ecosistema ambientale. La causa sono le emissioni inquinanti rilasciate nel pianeta, spesso derivanti dal riscaldamento domestico, soprattutto in abitazioni vecchie che non rispettano appieno i criteri di efficienza energetica. Sicuramente la soluzione non è cambiare casa, sarebbe chiedere troppo, ma ci sono dei piccoli accorgimenti che possono aiutare a contenere i consumi e risparmiare, in rispetto dell’ambiente. Le valvole termostatiche risultano essere una valida soluzione del problema: cosa sono? Come funzionano?

Valvole termostatiche: un valido alleato

Le valvole termostatiche sono una procedura resa obbligatoria in Italia nel 2017 per riscaldamenti domestici centralizzati. Si tratta di piccoli oggetti, facili da installare, da posizionare lateralmente su ogni elemento. Ogni valvola è dotata di un termostato che regola la giusta quantità di acqua di cui i termosifone ha bisogno e di un sensore che, una volta raggiunta la temperatura impostata, si chiude automaticamente per poi riattivarsi quando la stanza si raffredda. 

Cinque diversi livelli di regolazione permettono di scegliere la temperatura desiderata, differenziata per ambienti. Con questo sistema di riscaldamento è possibile riscaldare solo gli ambienti più vissuti senza sprechi di energia, spegnerle quando la casa è disabitata o regolarle al minimo, per trovare l’ambiente tiepido al rientro. Le valvole termostatiche favoriscono un notevole risparmio energetico, che si concretizza in una riduzione del 5% in bolletta.

Gli utenti più meticolosi potranno dotare le valvole anche di un contabilizzatore di calore, che misura i kw effettivamente consumati, mettendo d’accordo tutti i condomini che pagherebbero con questo sistema solo quanto effettivamente utilizzato.

Risparmiare in sette semplici mosse

Avere una casa calda nella stagione invernale è il sogno di molti, ma difficile da realizzare. Si tende spesso infatti a limitare al minimo le ore di accensione del riscaldamento per non vedersi recapitare bollette esorbitanti, che metterebbero in crisi una situazione economica già abbastanza precaria.

Ma questa non è la soluzione idonea, vediamo in questa breve guida come avere una casa calda e risparmiare in bolletta in 6 semplici mosse:

  1. Evitare la dispersione di calore. Se la vostra casa non è dotata di infissi isolanti con doppia vetrata di ultima generazione, cercate di tappare tutti gli spifferi provenienti da vecchie finestre con paraspifferi idonei, onde evitare che il calore del riscaldamento vada disperso.
     
  2. Conservate la caldaia in sicurezza per renderla efficiente. Assicuratevi che la caldaia segua i controlli annuali previsti per legge, per evitare malfunzionamenti dell’impianto di riscaldamento e valutate la possibilità di sostituzione della stessa, qualora comparissero difetti tali che potrebbero comprometterne la funzionalità.

     

  3. Manutenzione dei termosifoni. Non sottovalutate la pulizia dei termosifoni, provvedete ad un’accurata pulizia periodica e allo sfiato dell’aria in eccesso, responsabile insieme al calcare accumulato, del normale flusso dell’acqua. Evitate inoltre di posizionare mobili e accessori davanti agli elementi e di coprire gli stessi con indumenti da asciugare, per favorire una diffusione del calore libera, senza ristagni.

     

  4. Valvole termostatiche per riscaldamento centralizzato. Se il vostro appartamento è dotato di riscaldamento centralizzato, utilizzate le valvole termostatiche da applicare ad ogni termosifone, per evitare consumi in ambienti disabitati o quando non siete in casa, noterete un notevole risparmio in bolletta.

     

  5. Installate un termostato intelligente. Dotate il vostro termosifone di un termostato intelligente che vi permetta di regolare la temperatura anche a distanza in base alle esigenze familiari. Basta ambienti freddi al ritorno dal lavoro: sarete accolti da un tepore invidiabile senza essere costretti ad alzare al massimo la temperatura per avere subito un po’ di calore.

  6. Tenete sotto controllo la temperatura. Evitate di impostare temperature elevate, anche il calore eccessivo come il freddo può dare fastidio e creare malessere. La temperatura consigliata è di 20° per gli ambienti più vissuti quali la cucina e il salotto, 18° per le camere da letto e 22° per il bagno.

 

Contattaci per preventivi gratuiti o informazioni

Oppure

Vieni a trovarci

Scopri il nuovo showroom di Parodi a Genova!

Via Pisacane 3A, 16129 Genova

Call Now ButtonChiama Ora